Notizie

Le alterazioni traumatiche muscolari, ecografia


Articolo tratto dall'intervento del Dott. De Martini al corso "Masterclass" 2010

II CORSO “MASTERCLASS” 2010
Ecografia Muscolo-Tendinea e Sport: il Calcio
27 – 28 Ottobre 2010
Hotel Cenobio dei Dogi
Camogli (GE)
Direttore: Prof. Enzo Silvestri - Direttore S.C. Diagnostica per Immagini OEIGE - Genova

RATIONALE
I Corsi “MASTERCLASS” sono rivolti a tutti i Medici che hanno già frequentato il Corso ENTRY LEVEL del
CAMPUS e che intendono approfondire la loro preparazione in un settore specifico di applicazione
dell’ecografia muscoloscheletrica. Le problematiche affrontate nel CORSO MASTERCLASS 2010
riguardano l’impiego dell’ecografia nella patologia muscolo-tendinea in ambito sportivo agonistico ed in
particolare nel gioco del Calcio. Il programma è stato ideato e sviluppato grazie alla collaborazione di uno
“staff” composto da Medici dello Sport ed Ortopedici che seguono calciatori professionisti.


LE ALTERAZIONI TRAUMATICHE MUSCOLARI
Ecografia



Eziopatogenesi

nello sportivo la lesione muscolare può essere una conseguenza
prevedibile dell’allenamento, il cui principio è quello di sovraccaricare
un muscolo per consentirne l’adattamento ad un livello di performance superiore..
a maggior  ragione  la lesione muscolare è conseguenza  prevedibile  nella pratica  agonistica,
e negli sport  ove alla performance massimale  si può  associare la componente traumatica



Terminologia

contrattura - elongazione - stiramento  -  strappo  -  distrazione    rottura  - lacerazione  -  lesione . ???
                       

CLASSIFICAZIONE  sec KOUVALCHOUK 1992
  • contrattura  o lesione grado 0 
  • elongazione  o stiramento  o lesione  grado 1
  • distrazione  o strappo o lesione  grado  2  :   

I stadio :  rottura poche fibre


      II stadio : rottura  di più fibre (fascio)


      III stadio : rottura muscolare parziale


      IV stadio : rottura muscolare completa



CLASSIFICAZIONE  sec NANNI 2002


Trauma diretto  (contusione) 

n
    - grado lieve 

    - grado moderato

    - grado severo  


Trauma indiretto

  • -  contrattura
  •      -  elongazione  ( o stiramento )
  •      -  distrazione  ( o strappo )  
  •         di 1° grado  (lacerazione poche miofibrille)
  •         di 2° grado:  uno o più fasci,  meno dei ¾ di sezione del muscolo
  •         di 3°  grado:  più  dei ¾ di sezione  del muscolo in quel punto

Sede

  • quadricipite  femorale  (retto)
  • Hamstring 
  • tricipite  surale
  • adduttori 

Sede

  • giunzione  mio-tendinea
  • sede periferica  mio-fasciale
  • ventre  muscolare

Fig.1







Fig.2






Fig.3




Fig.4





Anatomia muscolare



DIMENSIONE  DELLE FIBRE MUSCOLARI  :n

COSA VEDIAMO  COL NOSTRO ECOGRAFO  ?

Fasci terziari







Esame ecografico: Quando ?

48 h. dal trauma



Esame ecografico: come ?

IDENTIFICAZIONE  DELLA LESIONE :  

n
-  ESAME  COMPARATO

-  SCANSIONI  ASSIALI


QUANTIFICAZIONE  DELLA LESIONE

n
-   SCANSIONI  LONGITUDINALI 

-   ESAME A RIPOSO  E  DURANTE  CONTRAZIONE  MUSCOLARE

Necessario inquadramento clinico !!!



Semeiotica ecografica

  • CRAMPO MUSCOLARE
  • DOMS


  >  ECOGRAFIA NEGATIVA

Contrattura:






Elongazione o 1^ grado:










Distrazione o 2^ grado:









Trauma diretto:







DISCORDANZA  CLINICO – ECOGRAFICA     >  ESAME  RM





Tempi di guarigione ?
Controlli evolutivi !



Evoluzione delle lesioni:






Complicanze:

Falda liquida





Fibrosi





Cisti sieroematica





Calcificazioni




Lesione di 2^ grado



Miosite ossificante





Refertazione
  • indicazione del fascio muscolare
  • indicazione  della sede
  • descrizione  della semeiotica ecografica
  • grado di lesione
  • eventuali controlli evolutivi


Se desiderate scaricare il pdf dell'intervento del Dott. De Martini con le ecografie complete:
LE ALTERAZIONI 1 [modalità compatibilità].pdf